Il mio manicomio

Il mio manicomio Come pu accadere che un giardino di delizie il famoso Parchetto dei Duchi della Rovere diventi un manicomio E come si fa a raccontare dall interno di un manicomio una serie di storie che sono inenar

  • Title: Il mio manicomio
  • Author: Paolo Teobaldi
  • ISBN: 9788876417610
  • Page: 200
  • Format: Paperback
  • Come pu accadere che un giardino di delizie il famoso Parchetto dei Duchi della Rovere diventi un manicomio E come si fa a raccontare, dall interno di un manicomio, una serie di storie che sono inenarrabili, per definizione e per contratto Attraverso la voce e l esperienza di Tilde Matilde , infermiera dei matti, Il mio manicomio si muove in un pulviscolo di storieCome pu accadere che un giardino di delizie il famoso Parchetto dei Duchi della Rovere diventi un manicomio E come si fa a raccontare, dall interno di un manicomio, una serie di storie che sono inenarrabili, per definizione e per contratto Attraverso la voce e l esperienza di Tilde Matilde , infermiera dei matti, Il mio manicomio si muove in un pulviscolo di storie senza requie, personali e collettive fatti minimi e privatissimi di famiglie felici o infelici quanto basta che si incrociano con la grande Storia della nazione.Il tormentato monologo di Tilde porta in scena una ricca galleria di personaggi, positivi e negativi il padre mai conosciuto la madre analfabeta che prega in latino il marito paterno e positivo la figliola che padreggia e poi i ricoverati, le suore, la superiora, il direttore fissato con l elettroshock, i dottorini, il tempo che passa.L ex giardino delle delizie ducali, da luogo di pena e reclusione, diventa paradossalmente un osservatorio privilegiato per seguire i mutamenti, le illusioni e gli inganni di un paese nell arco di almeno sessant anni la ritirata di Caporetto, il fascismo, la seconda guerra mondiale, lo sfollamento di un intero ospedale psichiatrico sui monti dell Appennino, l arrivo degli Alleati, il dopoguerra, il boom economico, gli psicofarmaci, fino alle ultime finzioni della presunta societ del benessere.Una narrazione tesa dalla prima all ultima pagina, condotta da una voce forte, che dispone di una sua lingua prescolare, a met strada tra il dialetto della tradizione orale e l italiano imparato alle elementari negli anni venti del secolo scorso una lingua dolorante, che si misura con temi cruciali, veri e propri nervi scoperti, con rabbia e reticenza insieme.Il mio manicomio un affresco compatto, stipato di personaggi come certi quadri di Brueghel ma anche con improvvisi squarci comici come certi quadri di Hogarth.

    • Best Read [Paolo Teobaldi] ↠ Il mio manicomio || [Science Fiction Book] PDF õ
      200 Paolo Teobaldi
    • thumbnail Title: Best Read [Paolo Teobaldi] ↠ Il mio manicomio || [Science Fiction Book] PDF õ
      Posted by:Paolo Teobaldi
      Published :2018-06-20T20:12:59+00:00

    One thought on “Il mio manicomio

    1. Orsodimondo

      BADURLO A TUTTO TONDOAvete presente quelle lunghe camminate, in montagna o in campagna, quando si arriva a una sorgente e si beve quell'acqua freschissima, quasi fredda, e ci si sente rigenerati? Sì, lo so, sembra un'immagine da spot pubblicitario: allora, per restare nella pubblicità, pensate al gusto con cui certi attori bevono un boccale di birra (lo fa O.M.Guerrini per la birra Moretti nella sua migliore interpretazione).Questo libro ha lo stesso effetto: rinfrescante, rigenerante. Teobald [...]

    2. arcobaleno

      Sempre simpaticissimo Paolo Teobaldi, col suo modo di scrivere spontaneo. Questa volta riesce ad esprimersi come una analfabeta, Tilde, per quarant'anni infermiera al manicomio di Pesaro. In pratica un monologo da cui emerge (anche) un quadro della città, dei luoghi, dei personaggi per quasi mezzo secolo; particolari dimenticati, abitudini perse, modi di dire della gente semplice. Geniale alla fine il "glossarietto della lingua di Tilde" con quelle buffe parole dialettali, ricche di significati [...]

    3. piperitapitta

      Badurlo, Bagagliare, Baghino, Batuscio, Biuta, Brodetto, Baganza, Canocchia, Carreggiare, Chiocca, Ciancigare, Ciga, Contengo, Cupa, Cupo, Dire, Fastidio, Fossino, Fulminante, Giamblèn, Gluppa, Gnorgna, Grugni, Incoccodito, Insustito, Invornito, Lucca, Lupèria, Luzza, Matèria, Mora, Moretta, Mungana, Palata, Poèta, Possione, Povero, Raggi, Ragusello, Ramata, Rogare, Róncio, Sbasoffiare, Sbigo, Scaglia, Scale, Scarpire, Scasare, Schiantolino, Sciacquatore, Sciaganito, Scialato, Scocciolare, [...]

    4. charta

      La comicità del dolore Andamento lento, pausato, lieve distacco per mantenere la giusta prospettiva, questo il ritmo della storia. Spaccato di un cinquantennio di Italia attraverso gli occhi e le vicende personali ed altrui fatto da un'infermiera mal scolarizzata ma d'intelligenza viva e intuito profondo. Immaginifico (e magnifico) il linguaggio: non dialetto, non italiese, ma pura creazione della narratrice, con cui miserie e dolori vengono resi (ma non esposti) e condivisi. L'interregno fra l [...]

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *